CERTIFICATO DI CONFORMITA'

Russia Bielorussia Kazakistan Ucraina

EAEU 2016 Guardando al Futuro

EAEU – Unione Economica Euroasiatica mercato unico di merci, servizi, capitali, lavoro tra Armenia Bielorussia Kazakistan Kirghizistan e Russia.

EAEU Unione Economica Euroasiatica

Regolamento tecnico sulle macchine ed attrezzature per l’agricoltura. Guardando al futuro!

Con l’entrata in vigore del Codice doganale unico e l’unificazione di standard tecnici unici (Regolamento Tecnico dell’Unione doganale, certificazione di conformità e marcatura EAC del prodotto), la creazione di una rete di zone di libero scambio, la conclusione di accordi commerciali e la cooperazione economica all’interno dell’Unione sono elementi chiave del programma per l’Unione economica euroasiatica nei prossimi anni.

Leggi tutto: EAEU 2016 Guardando al Futuro

Russia e EAEUnion Frequently Asked Questions

faq underAbbiamo creato una sezione dedicata alle Domande frequenti sulla certificazione euroasiatica di conformità CU TR EAC per gli imprenditori che vogliono lavorare legalmente e a lungo termine in Armenia Bielorussia Kazakhstan Kirghizistan e Russia. ARSCON fornisce il servizio “Chiavi in mano”, cioè la certificazione eseguita secondo tutte le normative CU TRs EAC vigenti occupandosi anche della documentazione tecnica necessaria incluso il Passaporto Tecnico.

Russia e EAEUnion Frequently Asked Questions

Il mercato russo costituisce uno degli sbocchi extra UE di maggiore interesse per le aziende italiane. Non tutti però sanno che la certificazione di conformità prodotto TR EAC è obbligatoria ed è dovere del produttore provvederla. È, quindi, importante ottenerla per effettuare le esportazioni verso questi Paesi nel rispetto delle normative in vigore. I Regolamenti Tecnici EAC sono armonizzati con le direttive europee e fissano i requisiti dei prodotti per garantire la qualità sul territorio dell’EAEUnion, la tutela della vita, della salute e dell’ecosistema. Il Certificato di conformità TR EAC è da presentare alla dogana per lo sdoganamento, ma, soprattutto, è necessario per la commercializzazione in loco. Infatti, la vendita di prodotti non regolarmente dotati della certificazione di conformità TR EAC è vietata in tutta EAEUnion e la marcatura ne attesta ufficialmente la conformità del prodotto alle normative CU TR EAC ed è obbligatorio per la circolazione della merce sul mercato euroasiatico.

Leggi tutto: Russia e EAEUnion Frequently Asked Questions

Russia e EAEU Unione Doganale Euroasiatica

EAEUProspettive e rischi da non sottovalutare sulla certificazione di conformità CU TR EAC per lavorare legalmente e a lungo termine nel mercato.

La crisi in Ucraina ha diviso non solo Russia ed Europa, ma ha anche mostrato come, esattamente alla stessa stregua di quella in Grecia, le posizioni all’interno dell’Unione Europea sono differenti e contrastanti. È l’esempio di come la medesima questione sia vista e giudicata da diverse prospettive. La Federazione Russa non è isolata affatto e i rapporti sulla scacchiera asiatica proliferano. Le sanzioni hanno fatto il solletico alla Russia, che è in difficoltà per calo del prezzo del petrolio, il rublo debole e i soliti problemi di un’economia poco diversificata. A livello economico a produrre più perdite sono state in realtà le stesse controsanzioni russe con lo stop all’import di prodotti agricoli (-40 per cento nel primo semestre del 2015) che hanno influenzato negativamente certi settori dell’export europeo (molto meno di come abbiano intaccato quello americano; c’è chi sostiene che gli Stati Uniti abbiano aumentato il proprio export alla Russia a danno dell’Ue nonostante le sanzioni).
Comunque sia, oggi la strategia delle sanzioni si è rivelata un fallimento da entrambe le parti, in particolare per la cultura del produrre Made in Italy fatto di qualità, genialità e tradizione che tanto piace ai russi. Mosca continua ad avere ottimi legami con i diversi stati europei: l’Italia, la Germania (benché Merkel), l’Austria, la Francia, la Grecia, quella vecchia Europa insomma alla quale si contrappone la nuova, dalla Polonia ai Paesi baltici e, ovviamente, alla Gran Bretagna (quest’ultima quasi in dirittura d’uscita!). Anche se ha spostato il proprio baricentro verso la regione Asia-Pacific, v. gli accordi di adesione tra l’Unione doganale euroasitica ed il Vietnam (esistono trattative anche con India ed Israele), aprendo così un nuovo capitolo di cooperazioni con i paesi coinvolti nell’accordo Vietnam-Russia-Bielorussia-Kazakistan-Armenia-Kyrgyzstan, vuole continuare a tenere aperta la finestra occidentale, sbatterla non conviene a nessuno.

Leggi tutto: Russia e EAEU Unione Doganale Euroasiatica

Certificazione CU TR EAC, commercializzare nell’Unione doganale macchinari ed attrezzature industriali

ex eac compliance cu tr eacLa certificazione di conformità prodotto alle normative CU TR 012/2011 sulla sicurezza delle attrezzature utilizzate negli ambienti a rischio esplosione (prodotti antideflagranti Ex), CU TR 016/2011 Sulla sicurezza delle macchine ed apparecchiature operanti a gas combustibile, CU TR 032/2013 Sulla sicurezza apparecchiature a pressione. Requisiti e standard per la marcatura EAC Ex dell'Unione doganale euroasiatica (Certificazione Hazardous Location IEC/ATEX) e per vendere in modo rapido in Russia / Customs Union (Unione doganale tra Russia, Kazakistan, Bielorussia e dal 2015 anche in Armenia e Kirghizistan).

Per le aziende italiane che hanno scommesso sui mercati esteri la scelta si è dimostrata vincente sia per aver scavalcato gli ostacoli della crisi e sia per aver visto nei paesi emergenti un importante sbocco di crescita. Quel che non è ovvio, ma dovrebbe esserlo, è che molti connazionali intendono fare export senza una chiara conoscenza delle leggi e delle certificazioni richieste nei vari paesi per i propri prodotti esportati e demandano ad altri i propri compiti, convinti di non voler a che fare con “incartamenti vari”. Opportunità, invece, su cui noi crediamo lavorando sodo ogni giorno e, come noi, tante piccole aziende che hanno avuto l’intuizione di valorizzare quel che meglio sanno fare, esempi eloquenti di creatività unita alla cultura e all’impresa. Il Made in Italy, il valore aggiunto dei prodotti, cioè produrre cose belle che piacciono al mondo.

Leggi tutto: Certificazione CU TR EAC, commercializzare nell’Unione doganale macchinari ed attrezzature...

Importazione in Russia e Custom Union di prodotti dell’industria leggera

Parleremo di Regolamento Tecnico “TR CU 017/2011”, procedure per l’ottenimento

Applicabilità e periodo transitorio, ultime modifiche

logo-eacIl documento certificativo di conformità ai requisiti del Regolamento Tecnico di prodotti dell’industria leggera “on the Safety of Light Industry Products (TR CU 017/2011)” rilasciato prima del 1 luglio 2012, cioè prima dell’entrata in vigore sul territorio dell’Unione doganale, è valido fino a scadenza naturale (SOLO sullo Stato membro che l’ha emesso) e comunque non oltre il 1 luglio 2014. Se il documento certificativo di conformità è stato rilasciato prima della data di pubblicazione ufficiale del Regolamento Tecnico dell’Unione doganale TR CU 017/2011, cioè il 15 dicembre 2011, allora è in regola per tutto il periodo di validità normale (SOLO sullo Stato membro che l’ha emesso). Dal 1 luglio 2012 non possono essere emessi documenti ufficiali nazionali di valutazione di conformità di prodotti dell'industria leggera da parte di un membro dell'Unione doganale (Custom Union: Russia Bielorussia Kazakhstan). E’ vietata la marcatura di questi prodotti con il segno dell'Unione doganale EAC marking (Eurasian Conformity).

Leggi tutto: Importazione in Russia e Custom Union di prodotti dell’industria leggera 

Facciamo un riassunto. Quali certificazioni e cambiamenti, Russia e Custom Union

Parleremo di “Tipologie di certificati e procedure di ottenimento”


Gost R / TR Russia, TR EAC

Dimmi il Codice Doganale e ti dirò quale certificato ti serve.
Il sistema di certificazione obbligatorio Gost R è necessario per tutte le operazioni di sdoganamento in Russia e attestano la conformita di un prodotto alle norme cogenti di sicurezza. In Russia esistono almeno 16 sistemi di certificazione obbligatoria. Ricordiamo che il sistema di certificazione Gost R è nato a difesa del consumatore e per offrire garanzie sulla qualità e sicurezza delle merci circolanti in Russia.

Il Certificato Gost R (CoC Gost) è il certificato di conformità alle norme Gost ed ha validità per singola cosegna (batch/contratto/fattura) o per produzione seriale, max 3 anni.

Il Certificato TR (CoC TR) è il certificato di conformità al Regolamento Tecnico di riferimento “Технический Регламент” ed ha validità per singola consegna (batch/ contratto/fattura) o per produzione seriale, max 5 anni.

Leggi tutto: Facciamo un riassunto. Quali certificazioni e cambiamenti, Russia e Custom Union

Richiesta-Preventivo-Certificazioni

new video eac ex

facebookgoogleplusyoutube

Servizio Clienti

SERVIZIO CLIENTI NUMERO UNICO

Tariffe Servizio Clienti
contatti-mail

traduzioni

ARSCON è associata a
CONFARTIGIANATO VICENZA

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito web.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente ne accetta la trasmissione sul proprio dispositivo. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa Cookies

 

Informativa ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 (c.d. codice privacy)

Ai sensi dell’art. 13 del Codice Privacy ed in ottemperanza alle prescrizioni del Provvedimento 229/2014 del Garante per la Protezione dei Dati Personali, si informa che il presente sito utilizza le seguenti tipologie di cookie (ossia dei piccoli file di testo che i siti visitati inviano al tuo device, dove vengono poi memorizzati al fine di essere ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva):

 

Cookie tecnici

Quei cookie strettamente necessari per permettere:

La navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di autenticarsi per accedere ad aree riservate, "cookie di navigazione o di sessione");

La raccolta di informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso ("cookie analytics");

La navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto, "cookie di funzionalità") al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

Tali cookie sono installati direttamente da questo sito e poiché non vengono utilizzati per scopi ulteriori rispetto a quelli funzionali sopra descritti la loro installazione non richiede il tuo consenso.


Cookie di profilazione di terze parti
Tali cookie sono installati da soggetti diversi da questo sito e l’installazione degli stessi richiede il tuo consenso; in mancanza gli stessi non saranno installati.

Ti riportiamo quindi di seguito i link alle informative privacy delle terze parti dove potrai esprimere il tuo consenso all’installazione di tali cookie evidenziando che, laddove non effettuassi alcuna scelta e decidessi di proseguire comunque con la navigazione all’interno del presente sito web, acconsentirai all’uso di tali cookie.

Google+ - Informativa: http://www.google.com/intl/it_it/policies/technologies/types/
Facebook - Informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/
YouTube - Informativa: https://www.youtube.com/static?template=privacy_guidelines&gl=IT

 

Gestione dei cookie e configurazione dei browser

L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.

Attenzione:
La disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito.

La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.

L'impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti -> Opzioni -> Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

    Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it
    Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie
    Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9
    Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html
    Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

 
Fermo restando quanto precede, informiamo che l’Utente può avvalersi di Your Online Choiceshttp://www.youronlinechoices.com. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. E' possibile pertanto utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

 

TOP