CERTIFICAZIONE EAC

Export-Import Russia Bielorussia Kazakistan Armenia Kirghizistan

Regolamenti tecnici TR CU e marcatura EAC dell’Unione Economica Eurasiatica

La Certificazione EAC di conformità riguarda tutti i principali prodotti dell’export Made in Italy: macchinari, impianti, utensili, moda, mobili, articoli per illuminazione, ecc. In particolare, la Certificazione di conformità con la marcatura EAC per abbigliamento e calzature, per esportazione / importazione, commercializzazione ed uso di prodotti in Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghizistan, viene svolta secondo il Regolamento Tecnico TR CU 017/2011 Sulla sicurezza dei prodotti dell’industria leggera. La marcatura EAC per abbigliamento, calzature e prodotti tessili, inclusi gli accessori, è realizzata dal fabbricante del prodotto regolamentato nell’Unione Economica Eurasiatica EAEU (ex Customs Union), il quale certifica per mezzo della Attestazione di conformità (Conferma) che il prodotto è conforme. Sono tre le forme di valutazione: il Certificato EAC di conformità, la Dichiarazione EAC di conformità, la Registrazione Statale (Certificato d’Igiene). Il Regolamento Tecnico CU TR 017/2011 Sulla sicurezza dei prodotti dell’industria leggera stabilisce requisiti generali obbligatori, la marcatura, l’immagazzinamento, il trasporto, lo smaltimento di prodotti del settore softlines, tessili, scarpe e abbigliamento, e disposizioni concernenti la commercializzazione. Infatti, la regolamentazione tecnica, oltre a costituire un prerequisito per l’accesso nel territorio dell’Unione Economica Eurasiatica, nell’interesse della sicurezza e della salute di tutti, prevede misure preventive relative a modelli comportamentali che potrebbero provvocare un rischio al consumatore.

Le informazioni pertinenti sulla valutazione della conformità dei prodotti del settore softlines (tessile, abbigliamento, calzature e accessori) per l’Unione Economica Eurasiatica sono contenute nei seguenti Regolamenti Tecnici CU / EAEU TR:

Il Regolamento Tecnico CU TR 017/2011 Sulla sicurezza dei prodotti dell’industria leggera, si applica a:

  • abbigliamento quotidiano e sportivo
  • scarpe
  • tessile
  • maglieria
  • copricapo
  • tessuti per la casa
  • biancheria intima, biancheria da letto e da bagno
  • pellicce e prodotti di pelliccia
  • pelletteria e articoli in pelle
  • ecopelle
  • feltri e non tessuti
  • tappeti e rivestimenti, ecc.

Il Regolamento Tecnico CU TR 007/2011 Sulla sicurezza dei prodotti per bambini e adolescenti, prescrive alcune regole speciali per l’abbigliamento e le scarpe di questi. Il regolamento fa riferimento alla sicurezza chimica, biologica, meccanica e termica per la protezione della vita e della salute dei bambini e degli adolescenti, nonché alla prevenzione di atti che potrebbero ingannare i consumatori.

Il Regolamento Tecnico CU TR 019/2011 Sulla sicurezza dei dispositivi di protezione individuale, si applica a:

  • equipaggiamento protettivo personale per la protezione dagli effetti meccanici e dall'inquinamento industriale generale
  • equipaggiamento di protezione personale per la protezione dagli agenti chimici nocivi
  • equipaggiamento protettivo personale per la protezione dalle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti
  • equipaggiamento di protezione personale per la protezione dagli effetti della temperatura aumentata o ridotta
  • equipaggiamento protettivo personale per la protezione dagli effetti dell'elettricità, dei campi elettrici o elettromagnetici
  • abbigliamento speciale per una migliore visibilità
  • mezzi di protezione individuale complessa
  • mezzi di protezione individuale della pelle

I Regolamenti Tecnici dell’Unione Economica Eurasiatica EAEU prevedono per ogni prodotto una propria procedura per la valutazione della conformità e sua validità. La Certificazione di conformità è cogente per i prodotti inclusi nell’Elenco Unico dei prodotti soggetti ad obbligo di valutazione (conferma) di conformità nel quadro dell’Unione EAEU con l’emissione di documenti uniformi.

La certificazione si basa sui campioni forniti, sui protocolli di test forniti dai laboratori di prova accreditati in Unione EAEU, nonché sulla documentazione tecnica e sui protocolli interni di prova dell'azienda. I prodotti a volte possono essere soggetti a più Regolamenti Tecnici CU / EAEU TR applicabili al prodotto, oppure alla categoria, per cui è consigliata un’analisi integrata delle prescrizioni.

I documenti certificativi vengono rilasciati solo dagli Organismi di certificazione accreditati ed iscritti al Registro Unico degli Enti di Certificazione ed Ispezione dell'Unione Economica Euroasiatica, limitatamente al proprio settore di accreditamento. In assenza del Certificato / Dichiarazione di conformità la merce non viene sdoganata, ne messa in circolazione.

La scelta è se certificare il singolo lotto Tipo BATCH o una tantum, a fronte di un contratto diretto col compratore / importatore residente in Unione EAEU per una commessa definita di prodotti, o se certificare per la produzione Tipo SERIE o catalogo, che permette al produttore straniero di vendere a qualsiasi cliente (anche europeo che rivende in EAEUnion), durante il periodo di validità del Certificato / Dichiarazione di conformità EAC (varia da 1 anno a 5 anni). Alla scadenza della certificazione di conformità l'iter di certificazione è da rifare.

Alle aziende prive di contratto diretto con il cliente residente in Federazione Russa / Unione Economica Eurasiatica, e solo ai fini della Certificazione EAEU / CU TR EAC, proponiamo il servizio di Agenzia Garante Applicant, il Rappresentate Autorizzato in Russia / Unione Economica Eurasiatica, figura necessaria per coloro che vogliono il totale controllo dei loro prodotti sul territorio e svolgerne la messa in vendita a chiunque sul territorio dell’Unione Economica Eurasiatica EAEU.

I prodotti provati conformi ai requisiti dei Regolamenti Tecnici relativi sono contrassegnati con la marcatura EAC ed etichettati in russo e nella lingua ufficiale dello Stato membro EAEU dove avviene l'esportazione / importazione, con le seguenti specifiche obbligatorie:

  • descrizione del prodotto
  • paese d'origine
  • informazioni relative al produttore e al Rappresentante Autorizzato
  • misure
  • composizione
  • marchio commerciale (se presente) / brand
  • garanzia
  • data di produzione
  • numero di serie (se richiesto)
  • istruzioni per la cura
  • ulteriori informazioni per abbigliamento e tessuti: tipo e proporzione di fibre naturali e chimiche, simboli di cura e trattamento (lavaggio, candeggio, lavaggio a secco e l’asciugatura)
  • ulteriori informazioni per le scarpe: simboli della parte (tomaia, parte interna, e suola), dei materiali usati e della cura.

Attenzione! da aprile 2018 in Russia è in vigore la legge “Acquisto di Controllo”, svolto dagli Organi autorizzati ad esercitare il controllo statale e municipale (Rospotrebnadzor, supervisori, ispettori statali, controllori municipali, ecc.). La legge adottata espande anche l’elenco dei motivi per condurre una verifica non programmata di attività di controllo, integrandola con una violazione dei requisiti per la marcatura delle merci.
Fidatevi solo degli esperti qualificati ed accreditati per evitare certificati falsi emessi da c.d. certificatori neri: Enti, Centri test, Applicant, che distribuiscono certificati irregolari. "SOLUZIONI FACILI" POSSONO PORTARE A GRAVI CONSEGUENZE! Certificati rapidi e a basso costo sono molto spesso emessi in violazione delle norme, sono annullabili e causa di fermi in Dogana. La promozione e vendita di prodotti non conformi ai regolamenti TR CU / EAEU e non dotati di Certificazione EAC di conformità è vietata. La merce non conforme ai requisiti dei Regolamenti TR CU / EAEU viene ritirata ed espulsa completamente dal mercato a spese del produttore / fornitore che viene inserito, inoltre, in Black List della banca dati comune delle dogane.

Il nostro Laboratorio prove Centro test è accreditato per il rilascio della Certificazione EAC e della Dichiarazione EAC, di conformità prodotti (marcatura EAC), per scarpe, borse, abbigliamento per adulti e bambino, valida per esportazioni / importtazioni, per sdoganamento, commercializzazione ed uso, in Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghizistan.

RICHIESTA PREVENTIVO CERTIFICAZIONE EAC

Assistenza Clienti


LINKEDINFACEBOOKGOOGLE PLUSYOUTUBE

ARSCON è associata

TORNA SU