CERTIFICAZIONE EAC

Export-Import Russia Bielorussia Kazakistan Armenia Kirghizistan

Servizio di Agenzia Garante Applicant

Tra le varie particolarità dei Regolamenti Tecnici EAEU / CU TR e dei codici doganali dell’Unione Economica Eurasiatica, che peraltro provvedono ad indicare i documenti necessari per lo sdoganamento delle merci e i diritti e doveri di broker doganali, agenti e produttori, vi è introdotta la figura del Rappresentante del fabbricante relativamente alla conformità e alla marcatura del prodotto (RA = Applicant / Declarant). Egli deve essere un soggetto registrato in base alla legislazione di uno stato membro dell’EAEU. Il ruolo dell’Applicant consiste nel rispondere giuridicamente di fronte alle Autorità competenti per quanto riguarda la conformità, la marcatura e gli eventuali danni causati dai prodotti introdotti sui mercati interni. In pratica è colui che deve richiedere al fabbricante /produttore straniero (e predisporre) tutti i documenti necessari per lo sdoganamento della merce (packing list, eventuale contratto, fattura, attestazione di conformità della merce in questione) e presentare la dichiarazione alla Dogana russa dove è registrato o dove risiede (Principio di residenza).

Di fatto, questo contesto e conformemente alla regolamentazione tecnica, impedisce ai fabbricanti /produttori stranieri non dotati di una struttura sul territorio della Federazione Russa / EAEUnion di ottenere autonomamente il documento certificativo di conformità. Solo una società stabilita nel territorio dell’Unione EAEU può richiedere la Certificazione EAC (o la registrazione di una Dichiarazione EAC). Le aziende registrate in Italia o nell’UE (idem per aziende registrate in USA, Canada, Cina, ecc), non sono autorizzate nè a dichiarare i propri prodotti nè contrassegnarli con i marchi EAC; ufficialmente per la ragione di semplificare le procedure delle Autorità di regolamentazione competenti e le società estere nel caso di difficoltà derivanti da violazioni delle norme sulla qualità e sicurezza per merci e prodotti di bassa qualità e/o apparecchiature non affidabili.

Riassumendo:

  • La certificazione EAC è obbligatoria e richiede sempre la presenza dell’Applicant (o Declarant, nel caso di Dichiarazione EAC), il Rappresentante Accreditato del fabbricante /produttore straniero relativamente alla conformità e alla marcatura del prodotto (RA = Applicant / Declarant);
  • Il ruolo del RA consiste nel vigilare in questioni relative alla sicurezza e qualità dei prodotti;
  • Il RA risponde giuridicamente di fronte alle Autorità competenti per quanto riguarda la conformità, la marcatura e gli eventuali danni causati dai prodotti introdotti sui mercati interni;
  • Al RA può essere affidato l’incarico di rappresentanza ai soli fini certificativi e non commerciali;
  • Cessato il Contratto di rappresentanza con il RA, perdono valore anche i Certificati di conformità ad esso collegati.

Il Contratto di Rappresentanza ai fini della certificazione è totalmente distinto e autonomo dal Contratto di compravendita. Per questo motivo, la funzione del RA è particolarmente importante nello Schema di Certificazione EAC della produzione in Serie (impropriamente chiamata anche aziendale, è valida per i prodotti di serie o ogni tipo di produzione se si tratta di prodotti non di serie), perchè risulta una soluzione efficace e flessibile per i fabbricanti / produttori stranieri, importatori / esportatori di beni e prodotti sui mercati interni dell’Unione EAEU.

Così per esempio, se il Certificato / la Dichiarazione di conformità EAC dell’intero catalogo (produzione di serie) è emesso senza destinatari precisi, durante la validità del documento certificativo, esso permette di lavorare con diversi importatori, rappresentanti, clienti (la funzione dell’Applicant è svolta da una Terza Parte (RA) esterna al rapporto commerciale di compravendita); nel caso di certificazione di un singolo lotto o commessa (tipo batch), il Contratto di rappresentanza è assorbito dal Contratto di compravendita, ed il Certificato / la Dichiarazione di conformità EAC è emesso con un solo destinatario da subito identificato sul documento certificativo stesso (cliente importatore residente in Unione EAEU), con nome del prodotto e quantitativi determinati. Egli realizzerà l’importazione sulla base di un contratto diretto di compravendita con il fabbricante straniero, e svolgerà lui stesso il ruolo di Applicant (Declarant).

E’ possibile risolvere questo problema utilizzando il ns. servizio di Agenzia Garante Applicant per la Russia e l’Unione Economica Eurasiatica. Noi proponiamo questo servizio, solo ai fini della Certificazione EAC di conformità CU / EAEU TR, ai nostri clienti privi di contratto diretto con il cliente / rappresentante residente in Federazione Russa / Unione Economica Eurasiatica che vogliono però lavorare legalmente ed avere il totale controllo dei loro prodotti su tutto il territorio dell’Unione EAEU e svolgerne la messa in vendita a chiunque. Sulla base del contratto di servizio con il fabbricante, il RA effettua la conferma di conformità dei prodotti alle prescrizioni della regolamentazione tecnica in proprio nome e responsabilità. L’indirizzo e le informazioni di contatto del RA sono riportate nella Dichiarazione / Certificato di conformità EAC. Pertanto, il RA funge da garante di una società straniera nell’Unione Economica Eurasiatica. Il prerequisito più importante per questo servizio è, ovviamente, la conformità dei prodotti ai requisiti tecnici e garantirne il rispetto degli standard di qualità e sicurezza.

Valutando il presente costruiamo il futuro! EAC EXPERT

RICHIESTA PREVENTIVO CERTIFICAZIONE EAC

Assistenza Clienti


LINKEDINFACEBOOKGOOGLE PLUSYOUTUBE

ARSCON è associata

TORNA SU