CERTIFICAZIONE EAC

Export-Import Russia Bielorussia Kazakistan Armenia Kirghizistan

Aggiornamento norme del regolamento dell’Unione Economica Eurasiatica EAEU

Il regolamento tecnico doganale CU TR 032/2013 (omonimo della Direttiva PED europea), disciplina la progettazione, fabbricazione e valutazione di conformità delle attrezzature a pressione e degli insiemi, cioè condotte, vasi e recipienti, caldaie, parti ed elementi di equipaggiamento, raccordi per tubazioni, dispositivi di visualizzazione e sicurezza.

La marcatura EAC è necessaria per l’export in Russia, Bielorussia, Kazakhstan, Armenia e Kirghizistan, l’Unione Economica Eurasiatica EAEU. La Dichiarazione CE europea non basta!

L'identificazione dell'apparecchiatura viene effettuata su parametri quali l'ambiente, la capacità, la pressione massima consentita e il passaggio condizionale.

Il regolamento tecnico approva quattro categorie di apparecchiature che influiscono direttamente sulla scelta della forma di conferma della conformità. Le categorie sono fissate in base all'Allegato 1. Esso fornisce nove tabelle con parametri in grado di determinare la forma della valutazione della corrispondenza. La prima e la seconda categoria riguardano la dichiarazione, la terza e la quarta categoria includono la certificazione. Risulta quindi necessario ottenere due documenti che confermino la valutazione della conformità: una dichiarazione di conformità per le apparecchiature di prima e seconda categoria (Dichiarazione EAC) e un certificato di conformità per la terza e la quarta categoria (Certificazione EAC). Vale la pena anche notare che le tabelle dell'Allegato 1 non contengono parametri per determinare la categoria di elementi hardware e di misurazione. La loro identificazione si basa sull'attrezzatura a cui sono destinati.

Il documento principale per le attrezzature a pressione è il suo passaporto. Le normative fissano i requisiti per la manutenzione del passaporto dell'attrezzatura, a seconda del tipo di attrezzatura. Il passaporto dell'attrezzatura è necessario per registrare l'attrezzatura presso l'autorità di controllo statale.

Schemi di valutazione della conformità CU TR 032/2013

  • per produzione seriale, schemi di valutazione della conformità: 1c, 1d, 3D (dichiarazione e certificazione)
  • per lotti, schemi di valutazione della conformità: 3c, 2d, 4d (dichiarazione e certificazione)
  • per prodotto singolo, schemi di valutazione della conformità: 4s, 7s, 5d (dichiarazione e certificazione)

Una caratteristica importante è la validità max del certificato che è limitata a cinque anni.

Il richiedente la valutazione della conformità (Applicant) deve fornire all’organo certificatore in lingua russa una serie di documenti che confermano il rispetto dei requisiti: la Giustificazione della sicurezza JoS, il Passaporto tecnico dell'attrezzatura; il Manuale uso e manutenzione. E altra documentazione del progetto con i risultati dei calcoli dei dispositivi di sicurezza, normative tecnologiche e informazioni sul processo, informazioni sulle prove, misurazioni e test, materiali e componenti, ecc.

Variazioni all’elenco delle normative del regolamento CU TR 032/2013

Già nel 2019 sono state apportate modifiche del Regolamento Tecnico CU TR 032/2013, altre sono in preparazione e che presto saranno adottate dal Consiglio della Commissione Economica Eurasiatica riunito in sessione plenaria, l’agenzia regolatrice dell’Unione doganale e della Comunità economica eurasiatica. Un cambiamento importante influenzerà i parametri di identificazione dell'apparecchiatura tecnica, a partire dalla pressione di esercizio calcolata.

Inoltre, il Regolamento Tecnico CU TR 032/2013 si applicherà anche alle apparecchiature che non erano precedentemente coperte dal suo campo di applicazione.

Il certificato per un lotto di apparecchiature non avrà un periodo di validità specificato.

Per le prove condotte sul campo, quando sono necessarie, al costruttore è possibile richiedere i test secondo i requisiti del regolamento CU TR 016 per le apparecchiature funzionanti a gas, peraltro raccomandati anche da GOST 34347-2017, incluso nell'elenco degli standard di CU TR 032. L'intero processo è chiaramente regolamentato, si procede alla raccolta della documentazione necessaria, e vengono eseguite le riprese di foto e video dei test.

ARSCON ha una vasta esperienza nell'applicazione dei regolamenti TR CU 010/2011, TR CU 016/2011 e TR CU 032/2013, in particolare per quanto riguarda la valutazione di macchinari ed impianti, utensili elettrici, apparecchiature di condizionamento d'aria, elettrodomestici a gas e recipienti a pressione. Offriamo consulenza di esperti e servizi di certificazione qualificati per la conformità ai requisiti di queste normative tecniche dell’Unione economica eurasiatica, marchio EAC.

Per informazioni visita il sito arscon.eu oppure SCRIVICI Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

"Valutando il presente costruiamo il futuro!" EAC EXPERT

RICHIESTA PREVENTIVO CERTIFICAZIONE EAC

Assistenza clienti

APPLICANT - RAPPRESENTANTE AUTORIZZATO RUSSIA AEEU

LINKEDINFACEBOOKYOUTUBE

ARSCON è associata

TORNA SU